Venerdì 5 luglio 2019

Piazza Aldo Moro


19.15 Dona EMOzioni
Intervengono Michele Emiliano, Vito Montanaro, Loreto Gesualdo, Angelo Ostuni, Giorgina Specchia, Pasquale Pedote e Francesco Francioso
Modera Rosella Santoro


19.45 La ricerca possibile
Intervengono Gianluigi Giannelli e Tommaso Stallone


20.00 Roberto Saviano - In mare non esistono taxi
Introduce Rosella Santoro


21.00 Carlo Cottarelli - I passi falsi dell’economia
Interviene Emanuele Di Palma
Presenta Giuseppe De Bellis
Incursioni di Dario Vergassola


21.45 Gianrico Carofiglio - Le parole sono pistole cariche: il potere del linguaggio tra letteratura e politiche
Presenta Aldo Cazzullo


22.30 Carlo Freccero - Fata e strega
Presenta Gianni Messa
Incursioni di Dario Vergassola


23.15 Walter Veltroni - Roma
Presenta Enzo Magistà


0.00 Ascanio Celestini - Barzellette
Presenta Gianni Messa


Piazza San Benedetto 


19.00 Ad Moreandum
Intervengono Marilena Abbatepaolo, Luisa Brattico e i ragazzi della redazione del Liceo D. Morea
Presenta Domenico Matarrese 


19.30 Armando Massarenti - La filosofia spiegata ai ragazzi
Intervengono gli alunni dell'I.C. Massari - Galilei di Bari 


21.00 Antonio Padellaro - Il gesto di Almirante e Berlinguer
Presenta Francesca Fagnani


21.30 Pier Carlo Padoan e Antonella Prenner - Millenni di passi verso l’Europa
Interviene Corrado Petrocelli
Presenta Dino Pesole


22.15 Francesco Giorgino - Alto volume
Presenta Enzo Magistà


22.45 Barbara Palombelli - Mai fermarsi
Presenta Luisa Amenduni


23.15 Björn Larsson - La lettera di Gertrud

Presenta Nicolò Carnimeo


23.45 Aboubakar Soumahoro - Umanità in rivolta
Presenta Francesca Biagiotti


Piazza dell’Orologio


21.00 Rita Dalla Chiesa - Mi salvo da sola
Presenta Grazia Rongo


21.30 Domenico Di Monde - La gestione della crisi d'impresa
Intervengono Antonio Felice Uricchio, Alessandro Ambrosi, Leonardo Patroni Griffi
Presenta Gianpaolo Iacobini


22.00 Diana Bosnjak Monai - Da Sarajevo con amore
Presenta Luisa Ruggio


22.30 Sergio Rizzo - Il corridoio dei passi perduti: come cambiano la politica e la sua rappresentazione
Presenta Lino Patruno


23.00 Antonio Moschetta - L’intestino in testa
Presenta Vito Montanaro


23.30 Clizia Fornasier - È il suono delle onde che resta
Presenta Giorgia Messa


0.00 Gordon - Tu che mi capisci
Presenta Giuseppe Visicchio


Balconata Santa Candida


21.00 Marcello Simoni - L’enigma dell’abate nero
Presenta Onofrio Pagone


21.30 Giordano Bruno Guerri - Disobbedisco
Presenta Michele De Feudis


22.00 Daniela Dawan - Qual è la via del vento
Presenta Sergio Lorusso


22.30 Marilù Oliva - Musica sull’abisso
Presenta Patrizia Grima


23.00 Alessandro Bertante - Pietra nera
Presenta Piera De Giorgi


23.30 Stefano Magni - Despedida
Presenta Irene Martino


Via Mulini


21.00 Ferruccio De Salvatore - La luna dal lucernario
Presenta Riccardo Greco


21.45 Alberto Simone - Ogni giorno un miracolo
Presenta Fabio Colella


22.30 Piernicola Silvis - La Lupa
Presenta Riccardo Cavallero


23.00 Angelo Bruscino e Alessio Postiglione - Popolo e populismo
Presenta Manlio Triggiani


23.30 Carlo Vulpio - Il genio infelice
Presenta Alberto Selvaggi


Vico Porto Raguseo


21.00 Marcello Allegretti - Le proprietà terapeutiche delle onde elettromagnetiche
Presenta Daniela Gagliano


21.30 Caterina Ambrosecchia - Sette secondi
Presenta Amalia Mancini


22.00 Michele Grieco e Giuseppe Grieco - Carnem Levare
Intervengono Arianna Cassano e Alfredo Maiullari
Presenta Savia Damato


22.30 Annalaura Giannelli - Viaggio in ombra
Presenta Enrica Simonetti 


23.00 Raffaele De Leonardis - I pilastri della ricchezza
Presenta Emanuele Caputo


23.30 Trifone Gargano - Infinito pop
Presenta Angela Leo


Il libro possibile - Caffè


17.00 Laboratorio per bambini diretto da Oreste Castagna (Rai Yoyo)


18.00 Aspettando Bimbinfesta 2020 - Spettacolo teatrale di Oreste Castagna
Interviene Doriana Stoppa
Presenta Domenico Matarrese


 

La missione del Libro Possibile è ormai chiara: continuare ad innovarsi e rinnovarsi, con iniziative che stimolano la riflessione, il dibattito e lo scambio di idee; contribuire all’indipendenza intellettuale e all’arricchimento spirituale.

Dicono di noi...

  • Se c'è un posto dove le mie parole si sentono a casa, quello è il festival del Libro Possibile. Ed è qui che attorno alle parole si incontrano i sorrisi. Grazie, e al prossimo anno.
    Maurizio De Giovanni
  • Il Libro Possibile is a wonderful festival. A beautiful town full of readers, writers, thinkers. Blue skies, great food, challenging conversation... The ideal way to spend a week in July.
    Richard Mason
  • Il libro possibile contiene ciò che è possibile fare se c’è passione, impegno, condivisione. Ho vissuto la gioia dell’autore accolto in una splendida piazza all’imbrunire e lo stupore del visitatore in un luogo magico.
    Antonio Padellaro
  • Il libro possibile è una festa di democrazia, le sue piazze rappresentano le Agorà dell’antica Grecia, gli organizzatori sono anfitrioni perfetti. Il libro possibile è la migliore risposta a chi dice che la cultura non serva. Grazie cu tuttu lu me cori!
    Paolo Borrometi
  • Il libro possibile 2019 è la dimostrazione che se si prende una bella idea, la si sviluppa con persone speciali, la si ambienta in un luogo unico e la si cura come fosse il proprio giardino di casa, il libro non è solo possible ma necessario! Grazie ragazze e ragazzi!
    Marco Bonini
  • L'incanto dei libri, l'incanto del mare, la forza di un gruppo. Una manifestazione indimenticabile.
    Loredana Lipperini
  • Il libro possibile è un evento magico che si svolge in in luogo magico. Connette le menti, i cuori ma anche le pance! Partecipo ogni anno perché rimango commosso dalle migliaia di facce curiose puntate su di me. Provo ogni volta a lasciare qualcosa. Ma la parte più grande è quella che mi porto a casa: l'inguaribile voglia di migliorare attraverso l'ascolto, la partecipazione e la lettura.
    Oscar Farinetti
  • È stato un appuntamento straordinario di folla e di cultura. Io sono rimasto affascinato come sempre da Polignano, sono rimasto senza parole per la compostezza del pubblico che ha sopportato anche gli incidenti della calura estiva, come il blackout . Davvero una grande città, una grande regione, una grande organizzazione. Grazie ancora.
    Peter Gomez
  • Il libro possibile: una manifestazione davvero bellissima e molto partecipata. Complimenti vivissimi!
    Rossella Vodret
  • Anche quest'anno il miracolo si è realizzato. Il miracolo di avere così tanta gente importante in un luogo incantevole, e il miracolo e l'impresa ben riuscita di invitare la gente, il popolo, a un'attività bellissima: leggere.
    Vladimir Luxuria
  • Il Libro Possibile, il festival più bello d'Italia
    Aldo Cazzullo
  • Cos’è la cultura se non un ‘incontro’? In un’epoca in cui si smaterializzano e diradano i rapporti umani, cresce la necessità di ascoltarsi, di trovarsi. Il ‘Libro Possibile’ è la risposta viva al nostro bisogno di riflessione nella ricerca di un contatto: porre domande e cercare insieme delle possibili risposte, oltre i limiti della nostra conoscenza.
    Sam Habibi Minelli
  • Il Libro Possibile Festival" è un posto in cui le menti si incontrano per percorrere strade che conducono verso luoghi inesplorati
    Sonny Olumati
  • Il libro Possibile è una delle pochissime rassegne a cui partecipo.Quest'anno si è raggiunto il record: alle 2 di notte, un pubblico attento, in una piazza gremitissima...
    Marco Travaglio
  • L'altro posto dove ho visto la stessa quantità di gente è il Carnevale di Venezia.
    Federico Rampini
  • E' stata una festa con partecipazioni autorevoli tra i relatori e una straordinaria affluenza di pubblico. Complimenti!
    Bruno Vespa
  • La prima volta sono andato a Polignano perchè avevo scritto un libro. Adesso scrivo libri per andare a Polignano!
    Michele Ainis
  • La rassegna letteraria "il libro possibile" mi ha sorpreso per la grande partecipazione di pubblico, per l'importanza dei temi trattati e la bellezza del luogo che la ospita.
    Dacia Maraini
  • Il Libro Possibile è una grande festa popolare dell'editoria italiana.Ma è anche un momento per incontrarsi, per conoscersi, per ammirare le bellezze della Puglia...
    Ferruccio De Bortoli
  • Che cosa dicono di voi? Vorrei tanto dire le cose peggiori che potrei dire: che siete tremendi, che è un brutto festival, anche perché con questo caldo, una calunnia, che come dice il Barbiere di Siviglia, è un venticello, ci farebbe anche comodo... ma proprio non ce la faccio a dire cose brutte... e quindi dico che siete un festival meraviglioso, persone eccezionali, grande passione, grande cuore. Non vedo l'ora di tornare, per cui solo cose belle! Grazie!
    Fabio Canino
I numeri

dati riferiti all'edizione 2018

0

giorni di festival

0

interventi

0

giornalisti ospiti

0

volontari

0

visitatori

0

autori e presentatori

0

articoli pubblicati